Bando Apicoltura Emilia-Romagna 2023

Ecco tutto quello che devi sapere riguardo al Bando Apicoltura Emilia Romagna 2023

Tipologia degli interventi

  • Azione A Servizi di consulenza, assistenza tecnica, formazione.
  • Azione B - Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali. Alcune tipologia di attività: acquisto di strumenti e attrezzature digitali per l’allevamento delle api, con l’obiettivo di ottimizzare i tempi e i costi di gestione degli apiari ed il controllo geolocalizzato da remoto degli alveari anche contro i furti. In questa sezione potrete inserire i nostri dispositivi digitali di ultima generazione come ad esempio le nostre BilancieGPS e Sensori. Spesa massima ammissibile, per forma associata: Euro 3.000,00, per apicoltore: Euro 3.000,00. Percentuale di contributo: 60% per gli apicoltori; 75% per le forme associate.
  • Azione F - Promozione, comunicazione e commercializzazione, comprese azioni di monitoraggio del mercato e attività volte in particolare a sensibilizzare maggiormente i consumatori sulla qualità dei prodotti dell’apicoltura.

Beneficiari:

Apicoltori, imprenditori apistici, apicoltori professionisti singoli o associati, anche per il tramite delle forme associate, che hanno sede legale nella Regione Emilia-Romagna e che, al momento della presentazione della domanda, risultano essere:

  • in regola con gli obblighi di identificazione e registrazione degli alveari, 
  • in possesso di partita IVA agricola o combinata, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia;
  • iscritti all’Anagrafe regionale delle aziende agricole con posizione debitamente aggiornata e validata;
  • in possesso di un numero minimo di alveari censiti pari a 20;
  • in regola con le norme igienico-sanitarie previste per i locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare oppure, in alternativa, che dimostrino di operare secondo modalità ed in ambienti in regola con le norme igienico-sanitarie vigenti, se di terzi.

Come presentare la domanda:

 La domanda di aiuto deve prevedere una spesa complessiva minima almeno pari a 250 Euro.

Il modello di domanda di aiuto deve essere scaricato e stampato dal portale www.sian.it

Nella Banca dati della documentazione di AGREA - Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura è disponibile il manuale operativo per la compilazione online delle domande.

La presentazione delle domande per il primo periodo dell’anno apistico (01 gennaio 2023 – 31 luglio 2023) dovrà avvenire a partire dalla data di pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT) e fino al 10 febbraio 2023 entro le 23:55 , utilizzando il S.I.A.G - Sistema Informativo dell’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura per l'EmiliaRomagna (AGREA) secondo le modalità da essa definite.

Per conoscere i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consulta il testo del bando integrale. 

COME
CONTATTARCI
Via Galilei 2 Faenza
0546 042021[email protected]
ACME21 S.R.L. P.IVA 02574730392 FAENZA (RA) GALILEI 2 CAP 48018 – REA: RA – 213977 – CAP SOC. 50.300 INTERAMENTE VERSATO